Sky – Milan, Reina: “Scudetto non realistico, obiettivo Champions. Donnarumma? Stima per lui, ma decide Gattuso”

Prima di Milan-Barcellona, ultima partita dei rossoneri nell’International Champions Cup 2018, il nuovo estremo difensore della squadra di Gattuso Pepe Reina ha proferito lungamente del suo momento.

Lo spagnolo, arrivato dal Napoli da svincolato, ha affrontato molti temi fra i quali gli obiettivi stagionali del Milan, la concorrenza con Gigio Donnarumma, il metodo-Gattuso e l’arrivo del suo ex compagno Gonzalo Higuain.

Dopo, pure un ricordo del Napoli, che i rossoneri affronteranno nella prima trasferta stagionale: “Sono in un club con una grandissima organizzazione, una società mostruosa con la voglia di protrarre un progetto di crescita. E pure a livello umano, ho trovato un team e uno spogliatoio di ragazzi davvero per bene. Io cercherò di dare una mano in tutti i sensi, sia a livello di eseperienza, umana e sportiva. Ho un po’ di anni di carriera sulle mie spalle e spero che questo possa servire al resto della squadra: proverò ad essere sempre positivo, di dare una grandissma mano e contribuire per la crescita della squadra”.

“Per lo Scudetto la favorita dinanzi a tutti è di nuovo la Juventus. Dopo il resto sarà tutto aperto per i posti in Champions, con il Napoli in questo caso un passo avanti. Ma Roma, Lazio, Inter, Milan e Fiorentina potranno ambire alle prime quattro. Sarà una bella Serie A. Parlare di Scudetto non mi pare realistico ora: noi dobbiamo protrarre a crescere a livello collettivo, e societario, fare le cose per bene e e se si può, riuscire a tornare in Champions, che è l’obiettivo primario della società”.

“Per Gigio provo ammirazione e stima, si sta comportando molto bene a livello umano. A livello sportivo cercherò di assimilare sia da lui che da Antonio e di sfruttare questo torneo fra noi tre per fare meglio ancora. Il posto da titolare? Io lavoro per giocare come lo fanno tutti, dopo sarà Gattuso a decidere. Noi possiamo dare il nostro contributo, mettendo il 100% di voglia, sacrificio e lavoro, e se non si gioca fare in modo che l’altro stia al massimo. In ogni caso la mia volontà è di restare al Milan? Sì, non ne ho altra“.

Fonte: Sky Sport

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail