Nuove discussioni sulla Var. Disastri a Bologna e Firenze

Nel nostro campionato si apre un nuovo, consistente capitolo collegato all’utilizzo del Var. Casi eclatanti sono successi a Bologna con Manganiello e a Firenze con Valeri: su Svanberg era rigore al Dall’Ara, mentre l’intervento di Toloi su Chiesa al Franchi non è stato nemmeno rivisto. Prove viceversa pienamente sufficienti a Parma e Frosinone. Dubbi al Mapei Stadium nel posticipo per un intervento di Biglia a discapito di Di Francesco (clicca qui per la moviola sugli anticipi del sabato).

SASSUOLO-MILAN – Giacomelli di Trieste
Al 17’ del primo tempo Biglia viene ammonito per un fallo su Di Francesco: giallo regolare, ma i calciatori del Milan protestano giustamente per un scorso intervento di Rogerio su Suso che Giacomelli non ha fischiato. Al 35’ è regolare (e miracolosa) la scivolata di Priore che manda il pallone in calcio d’angolo ed evita la deviazione vincente di Di Francesco, servito da Boateng. All’11’ della ripresa Di Francesco entra in area e anticipa Biglia che lo atterra: Giacomelli lascia correre, il Var non sollecita alcuna revisione, a noi resta più di qualche pericolo. Il penalty si poteva dare (con giallo a Biglia, già ammonito). Al 24’ il Sassuolo accorcia le distanze con Djuricic, ma prima che parta il tiro Romagnoli è messo k.o. da una manata di Boateng che Giacomelli non punisce: pure qui dubbi. Nel recupero, il 4-1 del Milan è convalidato solo dopo revisione del Var della posizione di Cutrone sul tiro di Suso: fuorigioco passivo, non attivo come l’aveva considerato l’assistente Di Vuolo che aveva alzato la bandierina.

BOLOGNA-UDINESE – Manganiello di Pinerolo
Al 4’ una gomitata di Samir a Mattiello sfugge all’arbitro. Al 13’ l’episodio più eclatante di questo campionato: Svanberg cade nell’area dell’Udinese, toccato da Ekong, che entra in ritardo: rigore solare, che Manganiello non concede nemmeno dopo aver rivisto le immagini, come gli aveva suggerito il ben più esperto Var Orsato (che non l’avrà presa molto bene). Al 46’, gli sfugge anche una gomitata di Mandragora, sempre al povero Svanberg.

CHIEVO-TORINO – Guida di Torre Annunziata
Direzione senza intoppi, un solo dubbio: l’ammonizione di Radovanovic pare eccessiva.

FIORENTINA-ATALANTA – Valeri di Roma 2
Al 16’ della ripresa punisce con un rigore per la Fiorentina il contatto fra Toloi e Chiesa. Ma è l’azzurro che rallenta la corsa, cambia traiettoria e sbatte sul brasiliano, lasciandosi cadere. Errore grave, ma non per Valeri e Doveri, che non fanno scattare il Var.

FROSINONE-GENOA – Sacchi di Macerata
Un rigore concesso e un secondo negato al Frosinone, tutte e due decisioni giuste. Al 39’ del primo tempo valuta da rigore il contrasto fra Spolli e Perica, e in effetti il giocatore difensivo del Genoa arriva con un attimo di ritardo fatale. Il Var conferma. Nel finale di gara, viceversa, Soddimo a contatto con Biraschi si lascia cadere platealmente: corretto non fischiare.

PARMA-EMPOLI – Pairetto di Nichelino
Al 33’ Gervinho scatta in posizione regolare e va a realizzare l’1-0 del Parma. Al 35’ è fiscale l’ammonizione di Iacoponi. Al 30’ della ripresa Zajc viene anticipato regolarmente da Gagliolo un istante prima di colpire a botta sicura.

Fonte: Gazzetta.it
Image: GETTY

Ultimissime Notizie Squadre Serie A

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail