Napoli-Empoli, Ancelotti: Insigne e Mertens, difficile lasciarli fuori.

Napoli, Ancelotti: 'Ritrovata solidità, gara dura. PSG? Siamo in ballo, balliamo...'

L’allenatore del Napoli, Carlo Ancelotti, ha effettuato una disamina de il successo sull’Empoli nell’intervista concessa a Sky Sport: “Durante il match sono stato più arrabbiato che emozionato. Il risultato dice che abbiamo fatto una fantastica partita, ma suppongo che l’Empoli abbia espresso un gioco migliore del nostro, ha avuto più controllo di noi. Con la Roma avevamo giocato con maggiore qualità, senza riuscire a trovare la vittoria, il calcio è questo. Questa volta siamo stati esageratamente premiati, fino al 4-1 la sfida era molto aperta ed eravamo in imbarazzo. Ad Andreazzoli ho detto che avevano espresso un gioco migliore del nostro, lui pensava lo prendessi in giro ma questa è la realtà. Noi siamo stati concreti dinanzi, Mertens è in un gran momento ed è andata in questo modo”.

SU MERTENS “Mi sono arrabbiato pure con lui perché c’è stato un periodo della gara in cui giocava esterno, io ho detto a lui che per far gol doveva stare al centro, lui mi ha risposto che pure gli assist sono importanti. Nel secondo tempo ha fatto due gol e un assist, è in gran vena. Giocano Insigne e Mertens? Ora vediamo. E’ una coppia che diventa difficile da lasciar fuori, ma Milik ha giocato dieci minuti e è andato in gol, dimostrando che pure lui sta bene”.

SULLE DIFFICOLTA’ – “L’Empoli gioca sempre fra le linee per la sua disposizione sul terreno di gioco, quando dunque fai pressione in avanti se non hai gli esterni stretti hai difficile. L’schieramento della linea difensiva nella situazione del gol di Caputo non era impeccabile. E’ una bella lezione per martedì, siamo già stati avvisati, col PSG possono arrivare tante situazioni in questo modo”.

SU CHAMPIONS E CAMPIONATO – “Sono tutte e due importanti, vogliamo essere competitivi su tutti i fronti il più lungamente probabile. L’importante è stare lì in campionato, il percorso è lungo. In Coppa Campioni viceversa è determinante la partita di martedì. Abbiamo la grande opportunità, occorre un’altra impresa col PSG, non una partita normale”.

SUL TURNOVER – “Non l’avevo mai fatto in questo modo. Non ho mai avuto una rosa di questo tipo, molto equilibrata in tutti i reparti. Magari alcuni giocatori sono favoriti rispetto ad altri, ma tutti mi danno garanzia e fiducia. Pure se faccio cambi, non cambia molto”.

SULLA NOTA POSITIVA – “L’efficacia del contropiede è stata la cosa positiva. Abbiamo fatto tre gol di notevole fattura in contropiede, in maggior misura nel quinto di Mertens. Questa è la cosa positiva che cerchiamo di utilizzare pure martedì. Questo non significa che giocheremo in contropiede”.

Fonte:CalcioMercato.com
Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestmail