Napoli, c'è un solo intoccabile: Osimhen trascinatore ed i numeri sono super

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Napoli, c'è un solo intoccabile: Osimhen trascinatore ed i numeri sono super

Il Napoli di Luciano Spalletti ha palesato di reinventarsi pure in base alle caratteristiche dell’avversario. A Verona ha fatto a meno di elementi come Insigne e Zielinski per seguire un piano gara diverso e con l’Udinese viceversa potrebbero finire in ballottaggio pilastri come Anguissa e Fabian Ruiz. L’unico intoccabile in questo rush finale è Victor Osimhen che sta trascinando la squadra e, al di là qualsiasi cosa ciò che rappresenta per i compagni sul piano delle soluzioni di gioco, dal ritorno dopo l’infortunio ha pure aggiustato i propri numeri inserendosi fra i migliori bomber del campionato.

Il Napoli di Luciano Spalletti ha palesato di reinventarsi pure in base alle caratteristiche dell’avversario. A Verona ha fatto a meno di elementi come Insigne e Zielinski per seguire un piano gara diverso e con l’Udinese viceversa potrebbero finire in ballottaggio pilastri come Anguissa e Fabian Ruiz. L’unico intoccabile in questo rush finale è Victor Osimhen che sta trascinando la squadra e, al di là qualsiasi cosa ciò che rappresenta per i compagni sul piano delle soluzioni di gioco, dal ritorno dopo l’infortunio ha pure aggiustato i propri numeri inserendosi fra i migliori bomber del campionato.

Senza rigori ha una media migliore di Vlahovic
13 gol in stagione, 4 assist, 4 rigori procuratori e tanto altro che non finisce nelle statistiche. Osimhen in campionato non ha tuttavia toccato la doppia cifra, ma semplicemente perché ha quasi metà dei minuti di colleghi più celebrati. Il nigeriano segna un gol ogni 151 minuti: se escludiamo i rigori, ha gli stessi numeri pure Lautaro Martinez mentre Vlahovic scende ad un gol ogni 155′, Dzeko ogni 159′ ed Abraham senza tiri dal dischetto finisce a una marcatura ogni 215′.

Quante soluzioni
Se il Napoli è tuttavia lì a giocarsela, lo deve senza ombra di dubbio ad Osimhen, ed pure l’esito finale scaturirà molto da lui. Doppietta al Verona nell’ultima gara, ma determinante pure con Venezia e Cagliari per quattro punti nel momento più complicato e con poca produzione offensiva. Il nigeriano permette al Napoli di avere più soluzioni nella stessa gara: la profondità allorchè l’avversario pressa o si alza, la fisicità e l’elevazione in area se viceversa ti aspetta e prova ad arretrare il baricentro.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi