Napoli, il bilancio: negativo primato, ma De Laurentiis vorrà l'autosostenibilità

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Napoli, il bilancio: negativo record, ma De Laurentiis vorrà l'autosostenibilità

La Gazzetta dello Sport ha effettuato una disamina de i conti del nostro calcio con uno speciale di due pagine con le 20 squadre della scorsa Serie A.

La Gazzetta dello Sport ha effettuato una disamina de i conti del nostro calcio con uno speciale di due pagine con le 20 squadre della scorsa Serie A.

NAPOLI

C’è un motivo per cui Aurelio De Laurentiis non ha nessuna intenzione di protrarre come prima, lasciando per questo Insigne – e con tutta probabilità Mertens – fuori dal progetto Napoli, cercando di riprendere la via maestra di allorchè era ritornato in Serie A. Giovani, magari con stipendi inferiori ma con buone potenzialità. Spese, magari pure non basse, ma riuscire a dare una competitività nei primi quattro cinque posti. Perché è evidente che il Napoli, -58,9 milioni di euro nel 2020-21, debba basarsi su un autofinanziamento che per adesso va tuttavia bene: il patrimonio netto è di 140,3 milioni.

Il fatturato
Alto ma non alle stelle, pure perché non c’era la Coppa Campioni. 179,4 milioni di euro che, con tutta probabilità, diminuiranno nella prossimo anno perché non ci sono i ricavi traslati in avanti di tre mesi. Spese altissime, fuori controllo per un club del genere: 305,5 milioni motivati sì dall’acquisto di Osimhen, ma non solo. Comunque la situazione non è pessima, ma nemmeno ottima: dal -19 dell’anno prima al -58,9 la strada è lunga 40 milioni. Inutile dire che serve un robusto taglio dei costi e ritornare in Champions: il secondo è vicino, il primo si farà.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi