Roma, dal Bodo/Glimt alle partite con Napoli e Inter: aprile è il mese della verità

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Roma, dal Bodo/Glimt alle sfide con Napoli e Inter: aprile è il mese della verità

Josè Mourinho lo sperava e immaginava diverso il rientro a Trigoria dopo 5 giorni di ferie concessi alla squadra come premio per la bella vittoria nel derby contro la Lazio. Viceversa prima della ripresa fissata ieri la brutta sorpresa è arrivata dal giro dei tamponi molecolari che hanno scovato un nuovo positivo nel gruppo squadra. Il giocatore (la squadra vorrebbe avere mantenere la privacy sul nome) sta bene ed è in isolamento, ma a Trigoria da giorni erano già preoccupati per il festino di compleanno della moglie di Veretout a Montecarlo nonostante fosse risultata positiva. Al di là del caso emerso ieri, tuttavia, la squadra per a questo punto è tranquillo perché non avendo la squadra lavorato al centro sportivo in questo periodo, scende il rischio cluster all’interno del gruppo squadra. Aspetto vitale perché aprile per i giallorossi sarà il mese delle verità. Il doppio confronto col Bodo/Glimt che vale la semifinale di Conference League, le partite contro Napoli (il giorno di Pasquetta) e Inter in sequenza, in seguito le partite con Sampdoria e Salernitana.

Josè Mourinho lo sperava e immaginava diverso il rientro a Trigoria dopo 5 giorni di ferie concessi alla squadra come premio per la bella vittoria nel derby contro la Lazio. Viceversa prima della ripresa fissata ieri la brutta sorpresa è arrivata dal giro dei tamponi molecolari che hanno scovato un nuovo positivo nel gruppo squadra. Il giocatore (la squadra vorrebbe avere mantenere la privacy sul nome) sta bene ed è in isolamento, ma a Trigoria da giorni erano già preoccupati per il festino di compleanno della moglie di Veretout a Montecarlo nonostante fosse risultata positiva. Al di là del caso emerso ieri, tuttavia, la squadra per a questo punto è tranquillo perché non avendo la squadra lavorato al centro sportivo in questo periodo, scende il rischio cluster all’interno del gruppo squadra. Aspetto vitale perché aprile per i giallorossi sarà il mese delle verità. Il doppio confronto col Bodo/Glimt che vale la semifinale di Conference League, le partite contro Napoli (il giorno di Pasquetta) e Inter in sequenza, in seguito le partite con Sampdoria e Salernitana.

Tutte gare che diranno molto del bilancio finale dell’anno giallorossa. Sia chiaro, non solo di quello economico, ma sopratutto di quello legato ai risultati in base alle aspettative iniziali. Un primo obiettivo, effettivamente, molto con tutta probabilità è stato già fallito ed è quello del quarto posto, per tale motivo a questo punto in casa Roma l’imperativo è la Conference League e la quinta posizione perché come dice Mou ‘ci sta differenza dall’arrivare ottavi’. Per tale motivo lo Special One avrà bisogno di tutti, nonostante la sua politica sui calciatori ‘naïf’ non si fermerà certo ora. Da Villar a Veretout, passando pure per il prediletto Felix. Atteggiamenti rilassati e un uso discutibile dei social non sono più ammessi. L’aria, rispetto al passato, sta cambiando, a questo punto devono farlo pure i risultati.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi