Il nuovo Napoli di Spalletti: "Ciclo finito, a questo punto i giovani forti. Dybala? La mia società ci ha provato"

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Il nuovo Napoli di Spalletti: "Ciclo finito, ora i giovani forti. Dybala? La mia società ci ha provato"

“Si è chiuso un ciclo importante, con calciatori che hanno fatto la storia e apriamo insieme un’altra pagina”. E a cui va detto grazie, è chiaro. Ma a questo punto è tempo di avanzare per il Napoli e per Luciano Spalletti, con una formazione nuova. Come sarà? Lo spiega al Corriere della Sera: “Il nuovo Napoli vira nella direzione dei giovani forti, nel ridimensionamento degli ingaggi e nella filosofia della sostenibilità. Attorno a noi avverto scetticismo, mi dispiace. Perché ce la stiamo mettendo tutta per farci trovare pronti. Grazie a un mercato che, entro certi confini, sia funzionale alle nostre esigenze. Dybala non è giunto, sento dire qui e là. Il tentativo è stato fatto dalla mia società, dopo devi fermarti allorchè ci sono gli steccati. Questo non ci deve far sentire da meno. Tutte le squadre di vertice, e oltre alle milanesi e alla Juventus si sono aggiunte pure Roma e Fiorentina, si sono rinforzate in maniera significativa. Noi facciamo il nostro percorso sapendo che questo sarà un torneo anomalo e dunque strano per tutti. Le gare si giocano sul terreno di gioco non fuori. Vediamo, intanto il mercato è tuttavia lungo”.

“Si è chiuso un ciclo importante, con calciatori che hanno fatto la storia e apriamo insieme un’altra pagina”. E a cui va detto grazie, è chiaro. Ma a questo punto è tempo di avanzare per il Napoli e per Luciano Spalletti, con una formazione nuova. Come sarà? Lo spiega al Corriere della Sera: “Il nuovo Napoli vira nella direzione dei giovani forti, nel ridimensionamento degli ingaggi e nella filosofia della sostenibilità. Attorno a noi avverto scetticismo, mi dispiace. Perché ce la stiamo mettendo tutta per farci trovare pronti. Grazie a un mercato che, entro certi confini, sia funzionale alle nostre esigenze. Dybala non è giunto, sento dire qui e là. Il tentativo è stato fatto dalla mia società, dopo devi fermarti allorchè ci sono gli steccati. Questo non ci deve far sentire da meno. Tutte le squadre di vertice, e oltre alle milanesi e alla Juventus si sono aggiunte pure Roma e Fiorentina, si sono rinforzate in maniera significativa. Noi facciamo il nostro percorso sapendo che questo sarà un torneo anomalo e dunque strano per tutti. Le gare si giocano sul terreno di gioco non fuori. Vediamo, intanto il mercato è tuttavia lungo”.

Parla con accortezza, il tecnico toscano. Non si sbilancia, ma fa comprendere di essere fiducioso: “Stiamo lavorando su un campo già molto fertile: Kim, Kvaratskhelia si sono messi libero e mi sembrano ricettivi. Lo sono tutti, pure i reduci del campionato scorso. Rimane da vedere, strada facendo, quanto saranno stati bravi a recepire i contenuti che io e il mio gruppo proviamo a mettere sul terreno di gioco. In seguito, non è mica finita qui. Il rapporto con De Laurentiis? Diretto, frontale. E dunque vero. Per incontrarci ogni tanto sono necessari compromessi caratteriali: ogni tanto abbozzo io, altro volte lo fa lui. Siamo due persone forti”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi