Fiorentina, Kouame: "Non sapevo se sarei rimasto e in estate ero arrabbiato, in seguito la svolta col Napoli"

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Fiorentina, Kouame: "Non sapevo se sarei rimasto e in estate ero arrabbiato, poi la svolta col Napoli"

Il centravanti della , Christian Kouame, ha conversato a , partendo dalla sua permanenza in dopo un estate trascorsa con la valigia pronta: “Nel momento in cui sono rientrato a Firenze non sapevo se sarei rimasto o meno, dunque mi sono adattato al ruolo di esterno tranquillamente”.

Cosa è scattato in lei questa estate?
“A Moena non ho giocato le , pensavo il mister avesse già le sue idee ed ero un po’ arrabbiato. Le ultime due gare mi ha fatto giocare e il mio agente mi diceva che Italiano parlava bene di me sempre ma ero arrabbiato ad ogni modo perché non giocavo, tornati dall’ tuttavia ho deciso di impegnarmi al massimo per restare a Firenze, lo scatto decisivo l’ho avuto dopo l’incontro con il allorchè ho scambiato due parole con tutta la dirigenza e mi hanno detto di restare in questo luogo, sono determinatissimo”.

Chi sono i suoi idoli?
è il , c’è solo da guardarlo e riempirlo di complimenti, Drogba è il mio idolo fin dalla nascita, Benzema mi piace da lunghissimo tempo perché sa giocare a calcio, nella giornata odierna fa tutto, è il numero 9 più forte di tutti”

Chi è secondo lei il calciatore più forte in serie A e nella Fiorentina?
“Per me Leao è stato il nella passata stagione, ha fatto un torneo straordinario. Per me il della Fiorentina è , con lui scherzo molto, mi prende in giro molte volte dicendo che prima giocava al e a questo punto con Kouame (ride, ndr). Io ho giocato nel settore giovanile dell’, erano tutti bravissimi e con quei calciatori nessuno avrebbe scommesso su di me, non avrei mai pensato di essere giunto in questo modo veloce in Serie A”

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Scelte da noi