Napoli, 16 marcatori diversi e una rosa lunghissima: Spalletti ha creato due squadre

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Napoli, 16 marcatori diversi e una rosa lunghissima: Spalletti ha creato due squadre

“Diventa pure imbarazzante avere questa disponibilità e raramente ho visto una cosa del genere in carriera”. L’atteggiamento del gruppo azzurro riesce a sorprendere persino Luciano che è stato ciò che più di tutti l’ha forgiato, invocato, coltivato e atteso, arrivando a chiedere di abolire il termine altre soluzioni ed a creare quello del ‘titolare del secondo tempo’. Il che arriva a 16 marcatori diversi, domina i con sei cambi, e che potrebbe affrontare dunque il domani con sette calciatori freschi (potrebbe esserci pure il ritorno di Anguissa) sorprende un po’ pure lui, ma fa davvero ben sperare nel poter assorbire purchessia tipo di calo o infortunio nella seconda parte dell’anno.

Attacco devastante con chiunque
Miglior attacco in ogni competizione con 46 gol complessivi, 26 in e 20 in Champions. Ed il risultato non cambia con o senza Osimhen o addirittura con o senza Raspadori – che dovrebbe essere la prima alternativa – punta centrale. Tre gare di fila senza subentrare, dopo ha la possibilità in Champions e chiude la doppietta in appena un quarto d’adesso abbassando la media ad una marcatura ogni adesso di gioco. Per non parlare dell’alternanza - ove è molto complicato individuare il titolare e l’alternativa.

La crescita della mediana
Domani rientrerà Anguissa, ma il suo recupero è slittato di due di partite – evitando dunque ogni tipo di rischio – proprio perché il dà l’impressione di poter sopperire a purchessia assenza. Ndombelé era forse quello più indietro come condizione ed ha dato segni di crescita importanti, al fianco ai pilastri Lobotka e , ma a ha trovato spazio pure Gaetano e con i viceversa Elmas dall’inizio. E nel frattempo è rientrato pure Demme dall’infortunio, il calciatore forse che per caratteristiche può far respirare Lobotka.

Arriva pure Ostigard
Non c’erano dubbi su , diventato una certezza già nella passata stagione presentemente dell’assenza di , e l’alternanza -Olivera sta tenendo entrambi a livelli altissimi. Più sorprendente l’impatto di Ostigard, fra i migliori allorchè impiegato ed addirittura in gol all’ in Champions. Quasi un lusso da quarto centrale mentre Spalletti sta tuttavia lavorando sull’alternativa a , ovvero Zanoli, ma il capitano azzurro ha un motore diverso dagli altri e regge meglio di tutti l’infrasettimanale.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Scelte da noi