Donadoni: "All'Atalanta non manca niente per lo scudetto. Milan, ora arriva il difficile"

Donadoni: "All'Atalanta non manca nulla per lo scudetto. Milan, a questo punto arriva il difficile"

Roberto Donadoni, nell’intervista concessa a Radio Rai, nella trasmissione, Radio Anch’io Sport, ha conversato del campionato italiano e della gara fra le sue due ex squadre, Atalanta e Milan: “All’Atalanta non manca niente per lo scudetto, si sta giocando le sue carte ora mai da qualche anno e sabato è stata la conferma. È chiaro che c’è sempre da confrontarsi col fatto che qualche squadra può andare in imbarazzo a causa delle assenze ma la formazione di Gasperini ha palesato di essere una grande, essendo superiore al Milan e portando a casa un risultato importante che darà ulteriore autostima al gruppo”.

Il Milan può essere da scudetto?
“Mandzukic è un giocatore di spessore, temperamento, carattere e qualità. Non sappiamo quale potrà essere la sua salute atletica, se dovesse essere in salute sarebbe un buon aiuto. Il fatto che il Milan non sia ritenuto una delle favorite per lo scudetto può essere un vantaggio ma il percorso ora diventa più complicato. Ritengo tuttavia che i rossoneri abbiano tutte le carte in regola per giocarsela fino finalmente”.

Cosa pensa del caso Gomez all’Atalanta?
“È molto complicato dare un parere a questa situazione perché non conosciamo i fatti. La società ha preso una linea ben precisa e va rispettata. Pure il calciatore ha conversato in maniera chiara e allorchè andrà via dirà ciò che dirà. Il comportamento è corretto da tutte le parti coinvolte e questa assenza ha forse responsabilizzato il resto del gruppo”.

Quanto sono importanti gli equilibri nello spogliatoio?
“È importante che la società abbia una linea precisa, può essere discutibile ma deve essere quella scelta. Le situazioni non sono semplici, né per Gomez né per Dzeko, ci sono pure aspetti caratteriali. Gli allenatori per esprimersi al top devono seguire una strada. L’aspetto mentale fa la differenza”.

Come se la cava con lo spagnolo? Il Cile sta cercando il ct.
“Me la cavicchio abbastanza bene e so farmi comprendere bene. Nella mia carriera ho avuto calciatori spagnoli, ma non ho avuto contatti con la federazione cilena. La situazione sarebbe intrigante, la Nazionale del Cile è importante e mi piacerebbe”.

Come spiega l’insoddisfazione intorno a Gattuso al Napoli?
“Allorchè le cose si complicano tutto ritorna in discussione, fa parte del nostro mondo an che se questa cosa non mi è graditissimo. C’è malumore a Napoli, mentre a Cagliari Giulini ha rinnovato l’accordo a Di Francesco nonostante i risultati scadenti. Tutto dipende dalle persone”.

Allorchè la rivedremo in panchina?
“Sono pronto, allorchè ci sarà l’opportunità giusta tornerò”.

Cosa pensa del caso Gomez all’Atalanta?
“È molto complicato dare un parere a questa situazione perché non conosciamo i fatti. La società ha preso una linea ben precisa e va rispettata. Pure il calciatore ha conversato in maniera chiara e allorchè andrà via dirà ciò che dirà. Il comportamento è corretto da tutte le parti coinvolte e questa assenza ha forse responsabilizzato il resto del gruppo”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

NapoliCalcio24.com è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre ultime notizie seguici qui!

Leggi anche