Inter, dinanzi inarrestabile e dietro imperforabile. Mix perfetto, da scudetto

Inter, davanti inarrestabile e dietro imperforabile. Mix perfetto, da scudetto

L’Inter vince tuttavia e con una facilità disarmante sblocca subito l’incontro contro il Genoa. Strapotere offensivo in una gara ove i gol segnati sono tre, ma che potenzialmente sarebbero potuti essere per lo meno il doppio. Eppure, fa giustamente notare Conte, non ci si può dimenticare di chi difende. Già perché i nerazzurri proseguire a scavare il solco fra se stessa e le altre, grazie pure o in maggior misura alla retroguardia di ferro. Skriniar, de Vrij e Bastoni sono un spettacolo da vedere ogni settimana, un muro con Handanovic sempre più invalicabile, nuovamente imbattuto come nel derby e in 6 degli ultimi 7 match dell’Inter in A (solo la Lazio con un tiro deviato, ha bucato lo schermo di Antonio Conte). Non è la miglior difesa del campionato, sono 4 i gol incassati in più della Juventus che, d’altra parte, dovranno recupera la sfida contro il Napoli. Ciononostante, se prendessimo in esame le ultime 15 gare del torneo, la miglior difesa sarebbe proprio quella interista. La terza linea nerazzurra funziona sempre oltre e sempre meglio. E se dopo Handanovic è pure in giornata come contro il Milan, perforarla rasenta praticamente l’impossibile. L’Inter dinanzi è inarrestabile con il trio Lukaku, Lautaro, Sanchez. Dietro manda segnali molto chiari: non passa nessuno. Il mix perfetto per mettere a fuoco lo scudetto.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio