Sampdoria, il derby è alle porte: Ranieri cerca la reazione nella partita più importante

Sampdoria, il derby è alle porte: Ranieri cerca la reazione nella partita più importante

Una settimana insolita a Genova. E’ la settimana che ci porta al derby della Lanterna. Una partita attesissima in città, una partita che ogni tanto può valere una stagione. Può essere questa la chiave di lettura per la Sampdoria che arriva alla stracittadina con 30 punti in classifica e 12 lunghezze di vantaggio sulla zona retrocessione. Le ultime due sconfitte contro Lazio e Atalanta, senza mai andare a segno, hanno rallentato il cammino ma non sono andate ad inficiare un torneo in linea con gli obiettivi stagionali. “Nelle prossime cinque gare vedremo di che pasta siamo fatti”. Queste le parole del tecnico romano alla vigilia del match contro la Fiorentina e di un ciclo che avrebbe visto frontalmente ai blucerchiati, oltre che la Viola, pure Lazio, Atalanta, Genoa e Cagliari.

I derby di Ranieri – Quello di nella serata di domani sarà il quarto derby per mister Ranieri con il bilancio che nell’ultimo periodo è andato peggiorando. L’inizio è stato esaltante. Il 14 dicembre 2019, l’ultima stracittadina con il pubblico presente a colorare gli spalti del “Ferraris”, arrivò una vittoria a cinque minuti dal termine firmata da Gabbiadini. Dopo il lockdown viceversa, nell’insolita patronato del 22 luglio, è arrivata una sconfitta firmata Criscito – su rigore – e Lerager che resero vano l’ennesimo gol in un derby di Gabbiadini. Questa stagione viceversa ci sta stato il pareggio per 1-1 durante l’incontro di andata e il pesante 1-3 in Coppa Italia che è valsa alla Samp l’eliminazione.

Quanti dubbi di formazione – Claudio Ranieri ha tuttavia un giorno per preparare le offensive e indottrinare la squadra per trovare le giuste contromisure da mettere sul terreno di gioco nel derby. Sicuramente vedremo alcune variazioni rispetto alla formazione che ha incontrato gli orobici. Dopo la panchina dell’ultima partita potrebbero scaldarsi nel reparto avanzato Quagliarella e Keita Balde come potrebbe pertanto essere concessa una possibilità a Candreva, pure se Jankto e Damsgaard scalpitano per una maglia da titolare. Al centro tornerà Adrien Silva che ha scontato la squalifica mentre nel reparto arretrato potrebbe rivedersi Colley. Rimane incertezza pure sul modulo che utilizzerà l’allenatore della Sampdoria: il 4-4-2 o il 4-4-1-1 più coperto? Senza contare il fatto che l’ipotesi difesa a tre potrebbe pure essere presa in considerazione.

Quanti dubbi di formazione – Claudio Ranieri ha tuttavia un giorno per preparare le offensive e indottrinare la squadra per trovare le giuste contromisure da mettere sul terreno di gioco nel derby. Sicuramente vedremo alcune variazioni rispetto alla formazione che ha incontrato gli orobici. Dopo la panchina dell’ultima partita potrebbero scaldarsi nel reparto avanzato Quagliarella e Keita Balde come potrebbe pertanto essere concessa una possibilità a Candreva, pure se Jankto e Damsgaard scalpitano per una maglia da titolare. Al centro tornerà Adrien Silva che ha scontato la squalifica mentre nel reparto arretrato potrebbe rivedersi Colley. Rimane incertezza pure sul modulo che utilizzerà l’allenatore della Sampdoria: il 4-4-2 o il 4-4-1-1 più coperto? Senza contare il fatto che l’ipotesi difesa a tre potrebbe pure essere presa in considerazione.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio