Cosmi: "Atalanta la più forte dopo l'Inter. Ounas? Non capisco perché non sia al Napoli…"

Cosmi: "Atalanta la più forte dopo l'Inter. Ounas? Non capisco perché non sia al Napoli..."

In collegamento con la ‘Domenica Sportiva, l’allenatore del Crotone Serse Cosmi analizza in questo modo il suo impatto con la panchina rossoblu: “Che Serie A ho ritrovato? L’impatto non è stato dei migliori, a poter scegliere sicuramente non avrei scelto di debuttare contro l’Atalanta. L’Atalanta mi hanno fatto una grandissima impressione al di là della gara contro di noi. Il contesto è innegabilmente da Serie A, se non fosse per l’emozione di giocare in questa categoria devo ammettere che è un po’ deprimente giocare senza pubblico”.

Sul Napoli: “Il Napoli l’ho seguito, ha vissuto una stagione molto particolare, condizionata in maniera vera da parecchi infortuni nei calciatori chiave. Lì si respira sempre un clima particolare. Le caratteristiche di Osimhen in questo periodo sono mancate, nessuno ha quelle che ha lui. Secondo la mia opinione Gattuso ha fatto un grande lavoro. Secondo la mia opinione c’erano delle aspettative eccessive rispetto a ciò che è il suo valore. L’Atalanta dopo l’Inter secondo la mia opinione è la squadra più forte del campionato”.

Osimhen e Mertens insieme? “Penso che possano nella maniera più assoluta giocare insieme. Osimhen è stato comprato con un esborso consistente in funzione tattica. È un giocatore che ti dà delle soluzioni diverse che Gattuso in queste gare ha potuto utilizzare. Non è al top della forma, ma allorchè riacquisterà la condizione sarà decisivo”.

Sul Crotone: “Non mi sono preso dei meriti come è corretto fare. A me non piace subentrare e non considerare il lavoro di chi mi ha preceduto. Ho detto subito che il Crotone aveva una qualità che era la ricerca del gioco, è un’eredità che Stroppa mi ha lasciato. La situazione di classifica è molto complicato, per questa ragione inevitabilmente la squadra peccava in altri aspetti. Penso che il risultato odierno abbia un valore enorme, da ora in in seguito dobbiamo fare delle gare con una coscienza diversa. Nella storia del Crotone solo una volta la squadra in Serie A aveva tirato in porta più odierno, è un poichè mi soddisfa. Ounas con queste qualità è da Napoli, non so perchè non sia rimasto lì. Buon per me che ce l’ho agli ordini, ma voglio comprendere perché non è più a Napoli. A Crotone ho trovato delle persone straordinarie come mi avevano detto, un patron che è qui da tantissimo tempo, un direttore che è qui da 23 anni. Sicuramente sono aspetti che determinano il modo in cui si fa calcio qui. Non è stata una sorpresa ma una conferma di ciò che credevo. Al di là del ritorno in Serie A che era un grandissimo desiderio ci sta pure questo aspetto che mi rende contento”.

Osimhen e Mertens insieme? “Penso che possano nella maniera più assoluta giocare insieme. Osimhen è stato comprato con un esborso consistente in funzione tattica. È un giocatore che ti dà delle soluzioni diverse che Gattuso in queste gare ha potuto utilizzare. Non è al top della forma, ma allorchè riacquisterà la condizione sarà decisivo”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio