Lazio, la delusione e la rabbia di Lotito: ieri pomeriggio di (accesi) confronti a Formello

Lazio, la delusione e la rabbia di Lotito: ieri pomeriggio di (accesi) confronti a Formello

Acerbi ieri mattina ha provato a scherzarci su, per tagliare un po’ la tensione di un periodo delicato. “Mi sarebbe piaciuto restare, ma devo andare agli allenamenti”, ha riferito il giocatore difensivo nella conferenza organizzata dalla Lazio all’Olimpico in concomitanza della Giornata Internazionale della Donna. “E in maggior misura devo prepararmi al discorso del patron…”, ha chiuso Acerbi, abbozzando il sorriso. La faccia di Lotito viceversa era tutt’altro che divertita: non ne voleva sapere di ironizzare in questo modo difficile per la Lazio, che ha perso 4 delle ultime 5 gare e vede la zona Champions allontanarsi sempre ancora. In questo modo nel pomeriggio è piombato a Formello e, dopo l’seduta pomeridiana, si è intrattenuto per più di mezz’a questo punto con squadra. Si è sfogato, il patron, deluso per l’eccessivo ritardo dal quarto posto (con una partita in meno, quella col Torino). Vorrebbe avere ed esige ancora, in maggior misura perché, ha già dichiarato diverse volte in più di un’opportunità, lui ha mantenuto i suoi impegni, come il saldo in anticipo la doppia mensilità di febbraio e marzo. E a questo punto pretende che sul campo la squadra faccia lo stesso.

Oltre al colloquio (quasi unidirezionale, con toni accesi), Lotito ieri ha conversato per molto tempo con Tare, Inzaghi e il resto dello gruppo tecnico. Pure loro sono finiti nel mirino dell’ira del patron, sempre convinto che la Lazio sia una formazione competitiva e non da settimo posto in classifica. All’allenatore, con cui c’è in ballo un rinnovo che ora non è in discussione, ha rimproverato l’utilizzo praticamente costante sempre degli stessi calciatori, allorchè viceversa preferirebbe più rotazioni e un impiego maggiore delle seconde linee. Ma non è una novità, questa. Già diverse volte negli scorsi mesi Lotito ha chiesto a Inzaghi questo, di coinvolgere maggiormente tutta la squadra. Che dovrà subito cambiare rotta prima che le acque intorno Formello diventino troppo ostili. E il Crotone può già essere l’ultima spiaggia.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio