Pentito dell'1-1 col Napoli a questo punto che è al Toro? Juric: "No, prima di. La cultura sportiva è sacra"

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Pentito dell'1-1 col Napoli ora che è al Toro? Juric: "No, anzi. La cultura sportiva è sacra"

Le faccio due domande provocatorie: a questo punto che allena il Torino sì è pentito di aver pareggiato a Napoli con l’Hellas? E dopo Allegri deve ringraziarla per quel pareggio? Sono due delle domande poste in conferenza stampa a Ivan Juric, allenatore del Torino che alla vigilia della partita contro la Juventus, gara valida per la settima giornata di Serie A, ha risposto in questo modo: “Ma no, prima di io mi sono incazzato. Per me la cultura sportiva è sacra, l’ho imparato da Gasperini: affrontare tutto al massimo è l’unico modo per essere uomo, tutto il resto è incomprensibile. Non mi pento, nella maniera più assoluta: provo una sensazione di orgoglio verso come l’Hellas ha giocato quella gara. Non mi deve ringraziare nessuno, l’ho fatto solo per l’Hellas che è la società per cui lavoravo in quel momento e, ripeto, sono orgoglioso per come la mia squadra giocò quell’incontro”. Il riferimento è al pareggio dell’Hellas Verona contro il Napoli nell’ultima giornata della Serie A 2020/21 che ha permesso alla Juventus di chiudere la classifica al quarto posto e classificarsi in Champions.

Le faccio due domande provocatorie: a questo punto che allena il Torino sì è pentito di aver pareggiato a Napoli con l’Hellas? E dopo Allegri deve ringraziarla per quel pareggio? Sono due delle domande poste in conferenza stampa a Ivan Juric, allenatore del Torino che alla vigilia della partita contro la Juventus, gara valida per la settima giornata di Serie A, ha risposto in questo modo: “Ma no, prima di io mi sono incazzato. Per me la cultura sportiva è sacra, l’ho imparato da Gasperini: affrontare tutto al massimo è l’unico modo per essere uomo, tutto il resto è incomprensibile. Non mi pento, nella maniera più assoluta: provo una sensazione di orgoglio verso come l’Hellas ha giocato quella gara. Non mi deve ringraziare nessuno, l’ho fatto solo per l’Hellas che è la società per cui lavoravo in quel momento e, ripeto, sono orgoglioso per come la mia squadra giocò quell’incontro”. Il riferimento è al pareggio dell’Hellas Verona contro il Napoli nell’ultima giornata della Serie A 2020/21 che ha permesso alla Juventus di chiudere la classifica al quarto posto e classificarsi in Champions.

Clicca qui per il consueto incontro con la stampa integrale di Ivan Juric

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

NewsLetter

Ultime News

trending

Scelte da noi