Napoli, Spalletti e le complicazioni offensive: un problema non solo di singoli

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Napoli, Spalletti e le difficoltà offensive: un problema non solo di singoli

La prova negativa col Milan, in maggior misura a livello offensivo senza mai riuscire a calciare in porta, ha riaperto le discussioni sulle difficoltà di questa stagione degli esterni offensivi e di un Osimhen lasciato troppo solo lì dinanzi. Luciano Spalletti valuta pure un possibile cambio di uomini, includendo nella considerazione il recupero di Lozano e le risposte di Ounas allorchè subentrato, a fronte del rendimento di Insigne e Politano che sono fermi ad un solo gol su azione e certamente non vivono una stagione esaltante.

La prova negativa col Milan, in maggior misura a livello offensivo senza mai riuscire a calciare in porta, ha riaperto le discussioni sulle difficoltà di questa stagione degli esterni offensivi e di un Osimhen lasciato troppo solo lì dinanzi. Luciano Spalletti valuta pure un possibile cambio di uomini, includendo nella considerazione il recupero di Lozano e le risposte di Ounas allorchè subentrato, a fronte del rendimento di Insigne e Politano che sono fermi ad un solo gol su azione e certamente non vivono una stagione esaltante.

Non solo un problema di uomini
“Leggo delle critiche feroci che non condivido, sembrano loro la complicazione – le parole dell’agente di Politano, Mario Giuffredi, soffermandosi sulle difficoltà tattiche incontrate dal suo assistito ma pure da Insigne -, ma gli esterni hanno segnato pochi gol perché il tipo di gioco di Spalletti non li favorisce: prevede più sacrifici nella zona difensiva”. E proprio su questo potrebbe intervenire Spalletti, cambiando sistema di gioco (si valuta il 4-3-3) o semplicemente posizionamento per avvicinarli ad un Osimhen troppo isolato.

L’identità da trovare
Spalletti rischia di avere una formazione rimasta a metà di un percorso. Lo straordinario fraseggio degli anni scorsi da un lato, con parecchi calciatori di tecnica ma di poca fisicità, e la necessità di andare in verticale, senza averne caratteristiche, solo per poter lanciare Osimhen. Col Verona, che accentua tuttavia oltre del Milan i duelli uno contro uno a tutto campo e l’aggressività, potrebbe ad ogni modo toccare a Lozano (e forse a Ounas) pure per avere più uno contro uno e strappi a campo aperto per accompagnare Osimhen.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi