Napoli, un fantasma pure con l'Italia: Insigne e la stagione da incubo

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Napoli, un fantasma anche con l'Italia: Insigne e la stagione da incubo

Mezz’adesso nella disfatta contro Costa Rica nel disastroso Mondiale brasiliano del 2014. Resterà questa la misera esperienza di Lorenzo Insigne ai mondiali con la casacca dell’Italia dopo l’incredibile ko con la Macedonia che costa il secondo mondiale di fila visto dinanzi alla tv. Fra le grandi delusioni di ieri, il capitano del Napoli – che a giugno saluterà la sua squadra del cuore per trasferirsi a Toronto – chiude nel peggiore dei modi con tutta probabilità pure l’esperienza con la nazionale che adesso dovrà ripartire dalle macerie della serata di Palermo con un nuovo ciclo.

Mezz’adesso nella disfatta contro Costa Rica nel disastroso Mondiale brasiliano del 2014. Resterà questa la misera esperienza di Lorenzo Insigne ai mondiali con la casacca dell’Italia dopo l’incredibile ko con la Macedonia che costa il secondo mondiale di fila visto dinanzi alla tv. Fra le grandi delusioni di ieri, il capitano del Napoli – che a giugno saluterà la sua squadra del cuore per trasferirsi a Toronto – chiude nel peggiore dei modi con tutta probabilità pure l’esperienza con la nazionale che adesso dovrà ripartire dalle macerie della serata di Palermo con un nuovo ciclo.

Un solo gol su azione
La prova inconcludente di Lorenzo Insigne non sorprende chi sta seguendo religiosamente le vicende partenopee. E non c’entra la sigilla o meno col Toronto: il capitano del Napoli si è perso dopo quel gol iper-celebrato al Belgio. Un solo gol su azione in campionato (contro la Lazio un mese fa) nonostante un centinaio di tentativi verso la porta e sul piano del gioco settimana dopo settimana pare tuttavia più sterile ed intristito ad ogni giocata.

Addio pure all’Italia?
Impossibile immaginarlo nel 2026 ed è molto complicato pure che si possa ripartire da lui facendo finta di nulla. 31 anni a giugno, allorchè sarà di scena col Toronto e Mancini – o il prossimo Ct – potrebbe ignorarlo nelle prossime convocazioni. Non perché sia il principale colpevole, ma sicuro uno dei più deludenti. Uno dei pochi calciatori di talento e con esperienza europea, che tuttavia non solo non ha trascinato i compagni ma è stato fra i primi a naufragare.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi