Stadi con capienza ridotta, dall'Assemblea di A pure voci fuori dal coro: ADL voleva fermare tutto

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Stadi con capienza ridotta, dall'Assemblea di A anche voci fuori dal coro: ADL voleva fermare tutto

Dinanzi all’ipotesi che il governo fermasse il campionato – mette in evidenza Il Messaggero – un buon numero di club fra cui Milan, Inter e Juventus si sono presentati alla riunione dei club di A con uno spirito collaborativo. Un solo pensiero: fornire un segnale di apertura prima che fosse la politica a vietare l’accesso al pubblico negli impianti. Come? Ridurre la capienza a cinquemila spettatori nelle due giornate di campionato dei fine settimana 15/16 e 22/23 gennaio. Tutti d’accordo pure nel dire che dal 6 febbraio, allorchè riprenderà il campionato dopo la sosta del 29/30 gennaio, si tornerà alla normalità. Per lo meno quello è l’obiettivo perché tutto si valuterà in base ai contagi.

Dinanzi all’ipotesi che il governo fermasse il campionato – mette in evidenza Il Messaggero – un buon numero di club fra cui Milan, Inter e Juventus si sono presentati alla riunione dei club di A con uno spirito collaborativo. Un solo pensiero: fornire un segnale di apertura prima che fosse la politica a vietare l’accesso al pubblico negli impianti. Come? Ridurre la capienza a cinquemila spettatori nelle due giornate di campionato dei fine settimana 15/16 e 22/23 gennaio. Tutti d’accordo pure nel dire che dal 6 febbraio, allorchè riprenderà il campionato dopo la sosta del 29/30 gennaio, si tornerà alla normalità. Per lo meno quello è l’obiettivo perché tutto si valuterà in base ai contagi.

Dietro le quinte. In questo modo se nell’assemblea andata in scena venerdì 7 gennaio, qualche voce fuori dal coro c’era stata (vedi Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, che avrebbe fermato tutto e c’era chi nutriva sospetti sul fatto di voler recuperare i propri indisponibili), ieri i 20 club hanno considerato tutti i rischi. Da qui la scelta di dare un segnale ben preciso (sono in parecchi, tuttavia, a credere che il governo chieda lo stop per motivi politico-demagogici e non scientifici).

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi