Empoli, Pinamonti: "L'esultanza dopo il 3-2 con il Napoli è l'immagine che mi porto dietro"

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Empoli, Pinamonti: "L'esultanza dopo il 3-2 con il Napoli è l'immagine che mi porto dietro"

Andrea Pinamonti, nella giornata odierna premiato con il ‘Leone d’Argento’, riconoscimento conferitogli dai tifosi dell’Empoli, ha conversato in questo modo della sua stagione in Toscana: “Voglio ringraziarli, questo premio mi rende molto contento. Ci hanno sostenuto tutto l’anno, ci è servito molto, specialmente in casa. E’ stata una stagione bellissima per me e per la squadra in generale, mi serviva fare una stagione da protagonista. Adesso, tirando le somme, posso dire di essere molto soddisfatto”.

Andrea Pinamonti, nella giornata odierna premiato con il ‘Leone d’Argento’, riconoscimento conferitogli dai tifosi dell’Empoli, ha conversato in questo modo della sua stagione in Toscana: “Voglio ringraziarli, questo premio mi rende molto contento. Ci hanno sostenuto tutto l’anno, ci è servito molto, specialmente in casa. E’ stata una stagione bellissima per me e per la squadra in generale, mi serviva fare una stagione da protagonista. Adesso, tirando le somme, posso dire di essere molto soddisfatto”.

C’è un’immagine che ti porterai dietro dell’esperienza di Empoli?
“Non ne so sceglierne una, ci sono parecchi momenti che ricorderò. Ma cito la foto dell’esultanza dopo il 3-2 con il Napoli, dopo la mia doppietta, lì si vede l’unità del gruppo”.

Il giorno in cui sei giunto a Empoli pensavi che la stagione sarebbe andata come è andata?
“C’erano i presupposti per fare in modo che fosse una bella stagione, ma a dire il vero non mi aspettavo che andasse in questo modo bene. Siamo riusciti a salvarci a tante giornate dal termine del campionato, per questa ragione vuol dire che abbiamo fatto un lavoro importante. Personalmente, sono giunto qui con l’obiettivo di superare il mio primato di cinque gol in una singola stagione, avendone fatti 13 penso di essere andato oltre le aspettative”.

In cosa sei migliorato?
“Il fatto di giocare regolarmente aiuta a crescere sotto tutti i punti di vista. Allorchè hai la fiducia di società e allenatore ti senti pure responsabilità maggiori che ti aiutano a crescere. Andreazzoli lo conoscevo già, sapevo come voleva giocare, e cosicchè questo mi ha aiutato ad apprendere più velocemente i suoi concetti di gioco”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi