Fiorentina, Italiano: "Questa è la reazione che volevo dopo Torino. Vlahovic? Lo perdono"

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Fiorentina, Italiano: "Questa è la reazione che volevo dopo Torino. Vlahovic? Lo perdono"

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, commenta in questo modo a DAZN il successo contro il Genoa: “Allorchè un allenatore è che arriva dalla sconfitta di Torino vorrebbe avere vedere una reazione e questa c’è stata. Pensavo fossero acquisite certe cose e viceversa lì non mi erano piaciute, nella giornata odierna ai ragazzi ho chiesto di ripartire e sono stati bravi. L’affermazione di Napoli ci ha fatti allenare con entusiasmo e voglia e nella giornata odierna li abbiamo portati sul terreno di gioco”.

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, commenta in questo modo a DAZN il successo contro il Genoa: “Allorchè un allenatore è che arriva dalla sconfitta di Torino vorrebbe avere vedere una reazione e questa c’è stata. Pensavo fossero acquisite certe cose e viceversa lì non mi erano piaciute, nella giornata odierna ai ragazzi ho chiesto di ripartire e sono stati bravi. L’affermazione di Napoli ci ha fatti allenare con entusiasmo e voglia e nella giornata odierna li abbiamo portati sul terreno di gioco”.

La sua forza è coinvolgere tutti?
“Normale che tutti vogliano giocare ed alzare il minutaggio, tuttavia ora mai l’ho ripetuto talmente tante volte che con ventisei-ventisette calciatori in rosa il modo di pensare deve cambiare. Non si possono mettere da parte i calciatori ma coinvolgere tutti: a Pulgar, prima che entrasse, ho detto che era il premio perché negli ultimi allenamenti era andato veramente forte. Chi si allena con intensità e serietà è corretto che sia premiato dal mister”.

Ripensa mai a come è iniziata questa storia?
“Devo dire la verità, è successo tutto accidentalmente. Ma ora sta nascendo una bella Fiorentina, e se reagisce alle difficoltà significa che è una formazione vera e come stasera rende contento il suo allenatore. Ma il campionato è lungo e le insidie sono tante, il match di Torino non me la sarei aspettata: neanche io posso permettermi di abbassare la guardia, dobbiamo essere sempre quelli di stasera. Il risultato è la conseguenza della preparazione di questa gara”.

Quanto è indispensabile Torreira?
“Allorchè è giunto era in ritardo di condizione. Il dinamismo che ha forse l’aveva sfruttato poco negli anni precedenti, per lui tuttavia fa la differenza: va avanti e ripiega indietro, è bravo a palleggiare e giocare profondo. Sta facendo tutto bene, dopo legge anche le situazioni per fare gol… Allorchè ha la mente sgombra e inizia a divertirsi tira fuori le sue qualità, deve migliorare allorchè ci sono avversari che francobollano il play. Lì si innervosisce perché vorrebbe avere toccare più palloni ma è la regola. Se migliora su questo fa un saltino in più”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi