Lazio, nella giornata odierna l’Atalanta: tre sospiri di sollievo per Sarri. Ma nel reparto arretrato (senza mercato) è crisi profonda

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Lazio, oggi l’Atalanta: tre sospiri di sollievo per Sarri. Ma in difesa (senza mercato) è crisi profonda

Due respiri durante il mattino, uno nel pomeriggio. Maurizio Sarri nella conta degli indisponibili (all’opposto di Gasperini, che ha perso pezzi pregiati) depenna tre nomi: André Anderson, Basic e in maggior misura Mattia Zaccagni, che giocherà questa sera nonostante la distorsione alla caviglia riportata martedì in Coppa Italia contro l’Udinese.

Due respiri durante il mattino, uno nel pomeriggio. Maurizio Sarri nella conta degli indisponibili (all’opposto di Gasperini, che ha perso pezzi pregiati) depenna tre nomi: André Anderson, Basic e in maggior misura Mattia Zaccagni, che giocherà questa sera nonostante la distorsione alla caviglia riportata martedì in Coppa Italia contro l’Udinese.

Forze a centrocampo per Leiva
A giovedì sera, c’erano solo tre giocatori di centrocampo pronto per affrontare l’Atalanta: Milinkovic, Leiva e Luis Alberto. Con Cataldi squalificato, Sarri non avrebbe avuto alcun ricambio a centrocampo. E sarebbe stato grave perché, contro una formazione che gioca a un ritmo molto elevato, Leiva non sarebbe riuscito a reggere 90 minuti su certi livelli. Ieri mattina viceversa sono rientrati fra i ranghi Basic e André Anderson, che hanno svolto le consuete visite dal medico in Paideia dopo un periodo di assenza (viene da pensare a possibile isolamento). In maggior misura il ritorno del primo – molte volte messo in campo titolare nei big match invece di Luis Alberto – garantisce un cambio di spessore pure in mediana, ove in passato il 24enne croato ha già giocato.

Dietro scelte obbligate, in attesa del mercato
Acerbi, il titolare, torna dopo la sosta. Radu, che aveva scalato le gerarchie, è fuori da una settimana dopo l’ultimo giro di tamponi. Rimangono solo Luiz Felipe (diffidato) e Patric, terzino naturale, come centrali di una difesa che affronterà l’arduo esame Atalanta. Una macchina da gol, contro un reparto fragile. Pure in questo modo si spiega l’urgenza che ci sta nel mondo biancoceleste di un rinforzo nel pacchetto arretrato. Rinforzo che, secondo le idee di Sarri, porta a Verona e si chiama Casale, che piace pure a Milan e Napoli. L’altro ‘nuovo’ acquisto sarà Kamenovic, centrale e terzino mancino. Si allena da luglio con Sarri (non rimane sicuro) ma l’Inter 21 serbo tuttavia non è stato tesserato: Tare giovedì ha rassicurato il suo agente Kezman (lo stesso di Milinkovic) ma deve prima sbloccare il consueto indice di liquidità. Intanto i giorni passano e le giornate di campionato anche.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi