Sottotono, molte volte fuori, ma pur sempre uomo di Inzaghi. Caicedo il tappa-Correa

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp
Sottotono, spesso fuori, ma pur sempre uomo di Inzaghi. Caicedo il tappa-Correa

Ieri ad Appiano Gentile, come annunciato dallo stesso Simone Inzaghi nel post Inter-Venezia, è andato in scena un summit fra l’allenatore e la dirigenza. I complimenti all’allenatore per il gran lavoro svolto finora, nonostante le avversità, le paure e le incertezze dopo lo scossone estivo. A Inzaghi è stato riconosciuto un enorme valore e in effetti se lo merita tutto. L’Inter ora è leader della Serie A, con 4 punti di vantaggio su Milan e Napoli e una gara col Bologna tuttavia da recuperare.

Ieri ad Appiano Gentile, come annunciato dallo stesso Simone Inzaghi nel post Inter-Venezia, è andato in scena un summit fra l’allenatore e la dirigenza. I complimenti all’allenatore per il gran lavoro svolto finora, nonostante le avversità, le paure e le incertezze dopo lo scossone estivo. A Inzaghi è stato riconosciuto un enorme valore e in effetti se lo merita tutto. L’Inter ora è leader della Serie A, con 4 punti di vantaggio su Milan e Napoli e una gara col Bologna tuttavia da recuperare.

Il discorso si è in seguito sicuramente spostato sul mercato. Il ko fisico di Joaquin Correa cambia la strategia che prima prevedeva l’acquisto eventuale di un vice Perisic. Nondimeno, considerato che con buone probabilità il Tucu salterà il secondo e decisivo ciclo di fuoco formato da Milan, Roma, Napoli e Liverpool, ai nerazzurri serve necessariamente un quarto attaccante tampone, in attesa del ritorno dell’argentino. La squadra sta valutando diverse situazioni che possano incrociare le richieste dell’allenatore.

Detto che comunque si potrebbe intervenire ad ogni modo sull’esterno di centrocampo, andare su un’altra punta ora è prioritario. Il nome, prioritario, ora è quello di Felipe Caicedo che il Genoa ha preso in estate l’intero cartellino dalla Lazio. Con il grifone ma l’ecuadoriano è stato quasi fantasmatico: appena 1 gol (purtroppo inutile, al Torino) e poche titolarità. Con Blessin pare le cose non siano cambiate per nulla, perciò ecco che Inzaghi può averlo a Milano previa rescissione con i rossoblù. Una quarta punta che fra un mese diventerà quinta, ma rimane ad ogni modo un uomo di Simone. Nella giornata odierna il mercato torna protagonista.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato del Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Scelte da noi