Bergomi: "Inter, da tre anni la proprietà è come se non ci fosse. Vengono a mancare dei leader"

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Bergomi: "Inter, da tre anni la proprietà è come se non ci fosse. Mancano dei leader"

Intervenuto ai microfoni di Radio Nerazzurra, l’ex capitano interista analizza in questo modo il momento vissuto dall’ di : “In 20 anni di carriera ci sono stati dei momenti ove ci poteva essere delle frizioni con gli , non dico di avere lo spogliatoio contro ma ogni tanto possono crearsi delle situazioni. Se il gruppo è sano le mele marce scivolano e si va avanti, ad ogni modo non ho mai avuto la sensazione di un team contro l’allenatore. Sicuramente i cambi al 30’ possono creare dei problemi, ma ci sono i modi per recuperare un rapporto, è bravo. Pure io ci sono rimasto, magari aspetti fine primo tempo, Bastoni in seguito aveva appena avuto una grande opportunità. Io penso che lo spogliatoio sia sano, ma bisogna ritrovare entusiasmo, la voglia di difendere, di fare quel metro in più. Dopo tre anni fatti benissimo adesso questo sta mancando”.

All’ manca una leadership?
“Allorchè hai un allenatore forte finalmente vinci, penso agli che l’ ha avuto nell’ultimo periodo. Nella mia Inter il leader era Matthaus, ma pure . In questa squadra non siamo mai riusciti a reagire nel modo corretto, lì ci vogliono dei calciatori di personalità e carisma. Da dentro non li conosco, ma sicuramente da fuori posso dire che qualche cosa manca”.

Sostituendo ogni giocatore dopo un’ammonizione non pregiudichi la cattiveria agonistica?
“La cattiveria agonistica ci vorrebbe avere, adesso ma noi siamo sempre in ritardo. Io non ce l’ho con , ma allorchè un difensore ti sfila dietro non è un bel segnale. Noi abbiamo ottimi calciatori, ma devono avere poco campo alle spalle, serve la voglia di rientrare a 200 all’a questo punto. 12 calci d’angolo con l’, prima o in seguito la rete lo prendi. Ci sta qualche cosa dentro che non va”.

Ci sta un problema di salute atletica?
“Non so come abbia impostato l’addestramento, ma ciò che manca è la voglia di andare a fine allenamento a migliorarsi, di fare sempre qualche cosa in più, che deve eccedere l’addestramento. In seguito sicuramente la squadra non corre, non so il tipo di preparazione e non mi va di giudicare, ma con le conoscenze che ci sono nella giornata odierna non puoi sbagliare l’addestramento”.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Scelte da noi