Sorteggi Champions – Benfica, fantasia portoghese e affidabilità tedesca. E macchina da soldi

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Sorteggi Champions - Benfica, fantasia portoghese e affidabilità tedesca. E macchina da soldi

Per il secondo anno consecutivo il è fra le migliori 8 d' e di nuovo facendo vittime eccellenti ai gironi: la scorsa stagione il , quest'anno la . E nel frattempo le casse si riempiono, non solo grazie ai premi UEFA ma pure con i trasferimenti multimilionari: in estate la vendita di Darwin Nunez ha portato 80 milioni, a gennaio quella di Enzo Fernandez addirittura 120. E la squadra non ne ha ad ogni modo risentito. Brugge spazzato via e intanto la pratica è quasi archiviata. È la risposta portoghese al , l'underdog che si fa strada con prepotenza. Sulla carta più agevole di Man City, e Bayern. Ma corretto sulla carta, perché i fatti dicono che le aquile sono finite nel girone dinanzi al Paris Saint-Germain.

Il cammino in Champions
Benfica – Maccabi Haifa 2-0 (Rafa, Grimaldo)
Juventus – Benfica 1-2 (, Neres)
Benfica – Paris Saint-Germain 1-1 (aut. Pereira)
Paris Saint-Germain – Benfica 1-1 (Joao Mario)
Benfica – Juventus 4-3 (, Joao Mario, Rafa 2)
Maccabi Haifa – Benfica 1-6 (Gonçalo Ramos, Musa, Grimaldo, Rafa, Araujo, Joao Mario)
Brugge – Benfica 0-2 (Joao Mario, Neres)
Benfica – Brugge 5-1 (Rafa, Gonçalo Ramos 2, Joao Mario, Neres)

La stella: si prende lo status, nonostante l'incredibile escalation di Joao Mario (6 gol in Champions e 15 in ) e di Gonçalo Ramos. Ma il trequartista coniuga tutto: gol, assist, giocate geniali. Ha 29 anni, è nel pieno della maturità. Il match contro la Juventus ha messo in evidenza tutte le sue qualità: dipinge , fornisce un assist di tacco per Joao Mario e fa due gol.

Il tecnico: si è preso immediatamente il Benfica. Tedesco, 56 anni, è giunto in estate dopo un buon biennio al PSV Eindhoven. Una carriera che si è rilanciata dopo i due anni di pre-pensionamento in . Abbina la solidità tedesca, fatta di organizzazione difensiva, al palleggio e bel gioco portoghese. Impressionanti i progressi di alcuni elementi che sembravano non avere margini di miglioramento, come Joao Mario. Alla Juventus ha fatto scacco matto, è da vigilare.

Image:Getty

Segui le Ultime News Calciomercato Napoli
Segui le Ultime Notizie Napoli Calcio

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Scelte da noi